Pubblicato in: ASIA, OMAN

Oman ‎عمان : un viaggio da sogno

Oman: viaggio da sogno nel paese dalle mille e una notte

L’Oman non era una nostra meta “sognata” e fino a poco tempo fa non sapevamo nemmeno in quale parte del mondo si trovasse. Ho deciso di trascorrere in questo paese il mio compleanno e ne sono molto contenta. Anche se siamo stati pochi giorni abbiamo lasciato in Oman un pezzo del nostro cuore con la speranza di tornare in futuro a riprenderlo.

Periodo:
Dal 24 Novembre al 3 Dicembre 2017

Spostamenti:
Aereo e Auto 4×4 (Mitsubishi Pajero noleggiato con Europcar)

Temperature medie:
27-32 gradi – un po’ più freddo sulle montagne…

Giorno 1

Partenza da Bolzano verso Monaco in auto
Lasciamo l’auto in aeroporto
Volo British Airway da Monaco con scalo a Londra diretto a Muscat

Giorno 2

Arrivo a Muscat
Visita alla grande moschea del sultano Qaboos
Dopo la grande moschea visitiamo la zona vecchia di Muscat dove è possibile ammirare (solo dall’esterno purtroppo) il Palazzo del sultano Qaboos
Prima di cena ci perdiamo nei vicoli del Souq di Mutrah dove Gabriele si trasforma in un “vero” omanita con tanto di dishdasha (il classico abito bianco omanita) e un kumah (papalina cilindrica) avvolto nel mussar (un turbante in Kashmir proveniente dall’India).
Cena tipica omanita al ristorante Bait Al Luban a Mutrah
Notte al Mutrah Hotel

24068370_10155307485004613_6492603606607459100_n
La grande moschea del sultano Qaboos

Giorno 3

Sveglia all’alba
Partenza verso Nizwa
Visita al forte di Nakhal
Trekking allo Snake Gorge
Continuiamo a salire attraverso la pista sterrata dei Monti Hajar: per percorrere questa pista è necessario un 4×4 perché molto sterrata e certi punti sono veramente ripidi. Anche con il 4×4 facevamo fatica.  La sera all’hotel abbiamo conosciuto un omanita che, quando gli abbiamo detto da dove arrivavamo, ci ha detto che quella pista loro non la fanno perché è molto pericolosa. Noi non l’abbiamo trovata così pericolosa, certo, dipende dalla stagione, con la pioggia non l’avrei mai fatta nemmeno io.
Notte al Shorfet Alalamin Hotel.

Il Forte di Nakhal in Oman
Il Forte di Nakhal

Giorno 4

Sveglia all’alba
Arrivo a Jabel Shams (chiamato anche Gran Canyon d’Arabia)
Balcony walk w6 Hike (circa 4 ore di cammino per arrivare fino alla piscina naturale oltre al villaggio abbandonato)
Notte al Sama Height Resort

Giorno 5

Da Jabel Shams direzione Nizwa
Ci fermiamo ai piedi del canyon e facciamo una breve passeggiata di “sole 3 ore”. Le nostre passeggiate anziano tutte così, con la frase “Dai vediamo cosa c’è dietro l’angolo!” e poi di nuovo e di nuovo… Finché decidiamo che è ora di andare perché abbiamo altro da vedere….
Visitiamo il Bahla Fort e il Jabrin Castle
Visitiamo Misfah al tramonto: un antico  villaggio sulle montagne dove è possibile entrare in contatto con la popolazione locale in quanto è tutt’ora abitato. Infatti per mostrare rispetto è necessario un abbigliamento consono: gambe e braccia coperte per le donne anche capo coperto.
Dormiamo in una stanza con i materassi a terra molto caratteristica al Al Misfah Hospitality Inn

Al Misfah in mezzo alle piantagioni di datteri e con sfondo i Monti Hajar
Al Misfah in mezzo alle piantagioni di datteri e con sfondo i Monti Hajar

Giorno 6

Giro di Misfah all’alba
Visita guidata alle Hoota Caves
Pranzo al Souq di Nizwa e visita del forte
Arrivo in serata alle Wahiba Sands, cena tipica, balli beduini e racconti intorno al fuoco
Notte al Wahiba Bedouin Rustic Camp

Alba sulle Wahiba Sands
Alba sulle Wahiba Sands

Giorno 7

Giornata nel deserto che comincia con l’alba sulle dune
Corso di guida sulle dune con il 4WD
Tramonto sulle dune
Notte al Wahiba Bedouin Rustic Camp

piccola beduina omanita
piccola beduina omanita

Giorno 8

Alba sulle dune
Dopo la colazione lasciamo a malincuore le Wahiba Sands
Wadi Bani Khalid
Alle 20:30 visita alle tartarughe nella riserva naturale
Notte al Ras Al Jinz Turtle Reserve

La spiaggia del Ras Al Jinz Turtle Reserve
La spiaggia del Ras Al Jinz Turtle Reserve

Giorno 9

Alle 5:00 visita alle tartarughe
Wadi Shab
Bimmah Sinkhole
Rientro a Muscat
Notte al Al Ferdous Hotel Apartments

 

Gara di tuffi alla Bimmah Sinkhole
Gara di tuffi alla Bimmah Sinkhole

Giorno 10
Volo da Muscat a Monaco e rientro in Italia in auto

Percorsi in auto 1.600 Km

Spese:

Volo –> 791€ (con British Airway con 1 scalo a Londra)
Noleggio auto 4WD –> 453€ (Europcar)
Alberghi –> 812€ (5 pernottamenti con colazione e cena compresi e 3 pernottamenti con solo colazione compresa)
Benzina –> solo 82€ per 201 litri (!)
Altro –> 428 €

Totale viaggio speso in 2 per 10 giorni circa 2500 euro 

Lasciamo l’Oman con la promessa di tornare per attraversare il deserto da Bidiya a Sur con una carovana beduina.

          مع السلامة

4 pensieri riguardo “Oman ‎عمان : un viaggio da sogno

  1. Che meraviglia! Amo gli Emirati, anche se sono stata solo a Dubai, ma proprio per questo vorrei ampliare la conoscenza anche all’Oman. C’è qualcosa che mi attira di quei luoghi, anche se non so esattamente definire cos’è. So solo che quando ne leggo mi si illuminano gli occhi, ed è una sensazione bellissima

  2. Così come voi, fino a poco tempo fa non conoscevo l’Oman.. o meglio, non pensavo fosse una meta di viaggio così battuta. Il mondo dei travel blog è bello proprio perché ti fa conoscere tanti osti nuovi!

  3. Gli emirati arabi uniti li sogno da sempre, ne ho visti solo alcuni grazie a mio padre marinaio sempre a zonzo per quei luoghi, ma l’Oman mi manca!! Avete guidato da soli o con un driver/ guida locale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *