Pubblicato in: CROAZIA, Destinazioni, EUROPA, SLOVENIA

Itinerario di 10 giorni tra Italia, Slovenia e Croazia

Oggi vi presento un itinerario di 10 giorni per quest’estate.
La richiesta è di mio fratello che vorrebbe andare 10 giorni in una località vicina, in camper, spendendo poco. Considerati i giorni a disposizione e i prezzi delle località italiane e delle nazioni limitrofe, la mia scelta è ricaduta su Slovenia e Croazia che sono ancora abbastanza economiche come mete, molto caratteristiche e non troppo affollate.

La mia proposta è quella fermarsi due notti a Trieste per visitare, seppur velocemente, la città poi in Slovenia per ammirare Postumia con l’omonima grotta e il castello di Predjama arroccato sulla montagna. Successivamente dedicare una giornata intera al parco dei laghi di Plitvice. Proseguire poi in Croazia per soggiornare in una o due isole nella parte nord del paese (per non allontanarsi troppo dall’Italia) e rientrare, spezzando il viaggio, facendo tappa una notte a Venezia, Padova o Verona.

Questo l’itinerario in Slovenia e Croazia che vi propongo:

1° giorno
Partenza di prima mattina da Torino direzione Trieste (viaggio circa 5 ore e 1/2)
Arrivo a Trieste nel primo pomeriggio
Visita della grotta Gigante, la sua principale caratteristica è quella di essere la grotta turistica contenente la sala naturale più grande al mondo: alta circa 114 metri, lunga 280 metri e larga 76,3 metri. Sembra che sia talmente grande da poter contenere al suo interno il Duomo di Milano!

2° giorno
Trieste – visita della città
Un giorno lo so è poco per vedere Trieste ma almeno un piccolo assaggio con l’idea di ritornarci in futuro, queste le 9 cose da vedere (la decima era la grotta Gigante la cui visita è già in programma il giorno 1):

  • Piazza Unità e Molo Audace
  • La cattedrale di San Giusto
  • Il castello di Miramare
  • I caffè storici della città, dove erano soliti passare qualche ora Italo Svevo, James Joyce e molti altri
  • La Risiera di San Sabba (campo di prigionia fascista ora museo)
  • Il faro della vittoria
  • Il Tram di Opicina

3° giorno
Al mattino partenza per Postumia che si trova in Slovenia a circa 1 ora da Trieste.
Visita delle grotte di Postumia e del castello di Predjama (acquistando il biglietto cumulativo è possibile risparmiare circa 4 euro a testa).
In serata avvicinamento verso Plitvice (totale 4 ore circa).
Se si riesce ad arrivare per tempo si può pernottare Camping Korana situato a circa 5 km dall’ingresso n.1 del parco stesso altrimenti è possibile fermarsi in uno degli autogrill dell’autostrada.

4° giorno
Giornata dedicata ad esplorare il parco dei laghi di Plitvice

Plitvice
E’ normale vedere splendidi arcobaleni a Plitvice

Il parco nazionale dei laghi di Plitvice è un’area naturale dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco,  si trova in Croazia in un territorio di fitte foreste, ricco di corsi d’acqua, laghi e cascate.

Plitvice
e cascate…

Il parco occupa una superficie di 33.000 ettari e comprende 16 laghi in successione, collegati fra loro da cascate.

Plitvice
Splendide cascate!

Per i giorni successivi le opzioni sono:

1) visitare una sola isola (Krk) e dedicare più tempo al relax al mare
2) visitare una sola isola (Pag) e dedicare più tempo al relax al mare
3) visitare più isole (Krk e Pag) ma riposarsi meno

Qui di seguito potete trovare le descrizioni delle isole o se le conoscete già potete passare direttamente alle opzioni.

L’isola di Krk

L’isola di Krk (in italiano Veglia) è la più grande isola della Croazia. Anche se è un’isola essa è collegata alla terra ferma da un ponte. Sull’isola di Krk si trovano più di trenta spiagge, con sabbia o ghiaia naturale.

Da segnalare la spiaggia Redagara che ha anche un tratto riservato ai cani e agli altri animali da compagnia. Questa spiaggia di ghiaia è circondata da tanti alberi e beneficia di tanta ombra.

La spiaggia di Portapisana invece essendo situata a est delle mura che circondano il centro storico della città di Krk è senz’altro la spiaggia più panoramica.

Se cercate una spiaggia di sabbia dovete andare a Risika dove trovate la spiaggia di Sv. Marak o a Silo dove potete trovare la spiaggia di Pecine.

La Vela Plaža di Baška è una delle più note spiagge dell’intera Croazia. Lunga più di 1800 metri, è una combinazione di ghiaia e sabbia. A ridosso della spiaggia c’è una passeggiata a cui s’affacciano ristoranti, bar e negozi di souvenir. Durante i mesi di luglio e agosto è però sempre molto affollata.

La spiaggia Oprna si trova nei pressi di Stara Baška, sul versante meridionale dell’isola di Krk. Combinazione di ghiaia e di sabbia, può essere raggiunta sia via mare, sia in auto. In quest’ultimo caso, da Punat (Ponte) dovrete seguire i cartelli per Stara Baška, parcheggiare l’auto in un’area a ridosso della spiaggia e seguire a piedi un sentiero che vi porterà direttamente in spiaggia.

Se amate camminare vi consiglio di raggiungere la meravigliosa spiaggia Vela Luka che è un mix di ghiaietta fine e sabbia. Non è raggiungibile con l’auto, ma a piedi, seguendo per alcune ore i sentieri selvaggi del carso dell’isola. E’ anche possibile raggiungere la spiaggia è via mare, usufruendo dei servizi di un taxi-boat che fa la spola tra Baška e Vela Luka.

Le calette:

Il versante occidentale dell’isola di Krk è ricco di belle calette di ghiaia con molta vegetazione intorno, tra esse vi consiglio:

  • la spiaggia Magneli (chiamata anche Maganel o Makneli) è raggiungibile in auto seguendo un sentiero che parte dal paesino di Brzac. Gli ultimi 600 metri del sentiero sono percorribili soltanto a piedi.
  • la spiaggia Komostrin dista da Glavotok 500 m ed è raggiungibile a piedi, sebbene con un po’ di difficoltà per le asperità del terreno costiero tutto rocce.

Mentre sul versante nord-orientale dell’isola si trova la spiaggia Soline che è parte di una grande baia. Il mare che bagna l’intera baia è in media profondo 3 metri. Meline è una spiaggia del tratto settentrionale di cala Soline, nota per il suo fango curativo. Grazie alla scarsissima profondità dell’acqua, è possibile inoltrarsi a piedi verso il mare aperto per una cinquantina di metri. La temperatura dell’acqua è di 2-3 gradi superiore a quelle delle altre località costiere.

Purtroppo non ho fotografie di Krk perché non ci sono mai stata, vi rimando pertanto a questo interessante blog in cui oltre a vedere qualche foto potete trovare tante altre informazioni.

L’isola di Pag

L’isola di Pag (in italiano Pago) è nota anche come “Ibiza dei Balcani”, si trova anch’essa in Croazia, ha in paesaggio lunare ed è famosa per la produzione del formaggio di Pago preparato con latte di pecora.

Panorama di Pag
Panorama di Pag

Quest’isola si estende in direzione nord-sud per circa 60 km di lunghezza e larga da due a dieci chilometri.

Sull’isola di Pag ci sono almeno una ventina di spiagge, con sabbia e ciottoli:

Spiaggetta di Simuni
Relax sulla spiaggetta di Simuni a Pag

Povljana è speciale nel suo genere. La spiaggia è completamente in ghiaia naturale, quindi adatta a famiglie con bambini. Un pioppo secolare offre riparo all’ombra.

A Strasko la riva è ghiaiosa ma sul fondale è presente una favolosa sabbia fine, qui è possibile praticare sport quali sei nautico e kayak.

La spiaggia di Sv. Duh è uompletamente immersa nella natura con enormi campi d’erba, è ideale per giocare a calcio o fare anche un semplice pic-nic. I suoi fondali mozzafiato sono perfetti per praticare lo snorkeling. Ci si può tuffare da delle enormi lastre di pietra per godersi l’affascinante spettacolo.

Kukurina è, invece, la meta ideale per delle vacanze in totale relax. Sulla costa infatti soffia una piacevole brezza marina. Ci si può rilassare al sole. Le sue acque sono limpide, cristalline e la sabbia finissima quasi bianca. Si tratta di una delle più straordinarie spiagge dell’isola di Pag.

Zrce (un’insenatura vicino la città di Novalja) è la meta ideale per i turisti più giovani in quanto offre musica e divertimento. In questa piccola spiaggia si trovano infatti 5 discoteche all’aperto con annessa piscina. In spiaggia si potrà provare il bunjee jumping, il jet-ski e qualunque sport acquatico disponibile.

Le opzioni per il resto del viaggio:

Opzione 1
Proseguire per Krk
Da Plitvice a Krk  ci vogliono poco meno di 3 ore.
Soggiorno di 4 giorni in campeggio a Krk
Il 9° giorno partenza per l’Italia
Pernottamento tra Venezia, Padova o Verona per spezzare il viaggio verso Torino
Il 10° giorno rientro a Torino

Opzione 2
Proseguire per Pag
Da Plitvice a Pag  ci vogliono poco più  di 2 ore.
Soggiorno di 4 giorni in campeggio a Pag
Il 9° giorno partenza per l’Italia (traghetto da Pag dalla città di Zigljen a Prizna, tempo di attraversamento 15 minuti,  qui costi e orari)
Pernottamento tra Venezia, Padova o Verona per spezzare il viaggio verso Torino
Il 10° giorno rientro a Torino

Opzione 3
Proseguire per Pag
Da Plitvice a Pag  ci vogliono poco più  di 2 ore.
Soggiorno di 2 giorni in campeggio a Pag
Proseguire per Krk (traghetto da Pag dalla città di Zigljen a Prizna, tempo di attraversamento 15 minuti,  qui costi e orari)
Soggiorno di 2 giorni in campeggio a Krk
Il 9° giorno partenza per l’Italia
Pernottamento tra Venezia, Padova o Verona per spezzare il viaggio verso Torino
Il 10° giorno rientro a Torino

Quanto mi costa un viaggio di questo tipo?

Beh come sempre il prezzo dipende da tanti fattori, in questo caso la richiesta era specificatamente di un viaggio in camper per cui ho considerato solo i campeggi ma è possibile pernottare in alberghi e/o il case vacanze in cui il prezzo è decisamente più elevato.

Il prezzo per una viaggio di questo tipo in camper è relativamente basso.

I costi maggiori sono l’autostrada in Italia per cui bisogna calcolare (tra andata e ritorno) circa 100 euro di pedaggi. I pernottamenti in campeggio si aggirano intorno ai 25 euro al giorno per un camper e due persone. Nel caso si scelga di andare a Pag il traghetto costa circa 30 euro. Gli ingressi alle due grotte (Trieste e Postumia), castello di Postumia e parco dei laghi di Plitvice sono di circa 80 euro a testa.

La benzina in Slovenia costa molto meno che in Italia, ricordatevi di fare il pieno prima del confine con l’Italia!!!

Calcolando circa 150 euro di benzina, il prezzo totale di questa vacanza (2 persone in camper per 10 giorni) si aggira intorno ai 650 euro ai quali si dovranno poi aggiungere eventuali spese per ristoranti e extra.

Alcune informazioni pratiche:

Sia la Slovenia che la Croazia fanno parte dell’unione Europea per cui per entrare basta la carta d’identità valida per l’espatrio, non è necessario il passaporto.

Per guidare non serve la patente internazionale ma basta quella italiana.

Nonostante però entrambe gli stati siano membri della comunità europea in Croazia non è in vigore l’euro ma utilizza ancora la Kuna croata. Fate quindi attenzione al cambio!

Un consiglio sulle autostrade: in Slovenia occorre acquistare il bollino per poter viaggiare, mentre in Croazia ci sono caselli autostradali, si può pagare sia in Kune che in Euro.

Spero che questo itinerario vi sia piaciuto, se volete potete lasciarmi un commento qui sotto.

Buon viaggio!

17 pensieri riguardo “Itinerario di 10 giorni tra Italia, Slovenia e Croazia

  1. Itinerario interessante. L’ultima volta che sono stata da quelle parti era appena finita la guerra e stavano cercando di ricostruire l’attrattiva per il turismo europeo. La Slovenia era decisamente più avanti, ma la Croazia faceva più fatica. Mi sembra che ora la recettività sia al livello degli altri paesi o sbaglio?

  2. Itinerario interessante. L’ultima volta che sono stata da quelle parti era appena finita la guerra e stavano cercando di ricostruire l’attrattiva per il turismo europeo. La Slovenia era decisamente più avanti, ma la Croazia faceva più fatica. Mi sembra che ora la ricettività sia al livello degli altri paesi o sbaglio?

  3. È una zona che io non ho mai visitato perciò itinerari come il tuo mi sono molto utili. Ti ringrazio moltissimo

  4. Bellissimo questo itinerario, sono di Udine e stavo giusto pensando di andare in Croazia per il weekend, mi hai dato ottimi consigli!

  5. Che tempismo questo post. Sabato parto per la Croazia e mi stavo proprio chiedendo se serviva la patente internazionale. Grazie per tutti i consigli e il percorso, molto interessante. I Laghi di Plitvice sono una meraviglia della natura, da non perdere assolutamente.

  6. Non sono mai stata in queste zone, nonostante la Croazia potrei raggiungerla in macchina e fare un bel on the road. Tengo di sicuro in considerazione i tuoi consigli per un viaggio futuro.

  7. Sono stata in Croazia tanti anni fa ma questo itinerario mi fa venire voglia di tornarci. Sono posti molto belli e c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire.

  8. Consiglio, per la vicinanza con Postumia, di aggiungere una tappa al castello di Predjama, incastonato nella montagna come un diamante.
    Un consiglio sulle autostrade: in Slovenia occorre acquistare il bollino per poter viaggiare, mentre in Croazia funziona a caselli, ma si può pagare anche in euro.
    Detto questo, ottimo itinerario! Io ripartirei domani!

    1. Se riesci vai a Plitvice, merita veramente fare una giornata nel parco. Se non riesci quest’anno è un’ottima scusa per ritornare in Slovenia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *