Pubblicato in: EUROPA, NORVEGIA

In Norvegia a caccia dell’aurora boreale

Quale posto scegliere per vedere l’aurora boreale?

Dopo una lunga ricerca su quale fosse il posto migliore in cui cercare la nostra prima aurora boreale decidiamo di andare in Norvegia per essere sicuri (anche se sicuri non si può mai essere) di vedere l’aurora boreale. Scegliamo Tromsø perché si trova 350 km sopra del circolo polare artico e scegliamo marzo perché l’attività è intensa ma anche perché ci sono abbastanza ore di sole per visitare il paese. Optiamo anche per una settimana senza luna (con luna nuova) per avere più chance.

Periodo:
Dal 4 Marzo al 12 Marzo 2016

Spostamenti:
Aereo, Flybussen (per trasferimento dall’aeroporto di Tromsø), Auto (un Suzuki Vitara con ruote le chiodate) e taxi (per trasferimento verso l’aeroporto di Tromsø)

Temperature medie:
Di giorno: poco sopra lo 0
Di notte: molto sotto lo zero (anche sotto i -10°)

Il nostro itinerario di 9 giorni

Giorno 1
Partenza da Bolzano verso Monaco in auto
Lasciamo l’auto in aeroporto
Volo Lufthansa da Monaco con scalo a Oslo diretto a Tromsø
Arrivo a Tromso in serata
Cena al Huken Pub: buono ma un po’ caro, 2 hamburger con patatine e due birre, solo 57,42 euro!
Notte al Comfort hotel Xpress

Giorno 2
Colazione da Riso Mat & kaffebar (15,28 euro!)
Giro della città
Visita a Polaria (ingresso 250 nok – 27,29€)
Partecipiamo ad un tour organizzato per capire come trovare e fotografare l’aurora boreale nei prossimi giorni (220 euro)
Notte al Comfort hotel Xpress

29707292642_23efe8c138_k
Statua di Roald Amundsen (primo conquistatore del polo sud) a Tromsø

Verso l’isola Hamn i Senja: l’isola che sembra la Norvegia in miniatura!

Giorno 3
Ritiro dell’auto alla Hertz
Visita alla chiesa di Tromsø
Trasferimento in auto da Tromsø verso l’isola di Senja
Dopo cena usciamo per vedere l’aurora boreale (l’app Aurora Now da come probabilità 70% in aumento) e facciamo bene perché quello che appare è spettacolare.
Notte a Hamn i Senja

Ishavskatedralen
Ishavskatedralen: “la cattedrale del mar Artico”

Giorno 4
Visita al Senjatrollet (il troll più grande del mondo)
Giro verso Skaland e ritorno
Ci fermiamo al punto panoramico in cui si vede Skaland
Appena inizia a fare buio monitoriamo l’andamento dell’aurora boreale
Dopo cena decidiamo di uscire anche se le probabilità sono solo del 40%, infatti si fa vedere ma non con i colori del giorno prima
Notte a Hamn i Senja

il faro di Hamn i Senja
Fyrløkta: il faro di Hamn i Senja
Senjatrollet
Senjatrollet

Si cambia zona di perlustrazione: il fiord di Lingen con le sue Alpi (le LingenAlps)

Giorno 5
Partiamo verso Tungeneset
Continuamo verso Lingen passando altri fiordi uno più bello dell’altro.
Dopo cena cerchiamo di vedere l’aurora davanti a casa ma è molto fioca per cui questa sera serata cinema nella bellissima capanna del MitLab che ha a disposizione decine di dvd e mega televisore con impianto stereo!
Notte al Mit Fablab

Giorno 6
Giornata in giro per il fiordo di Lingen fino ad arrivare al punto più a nord del fiordo e passeggiare tra le LingenAlps.  Dopo il tramonto aspettiamo l’aurora e continuiamo a seguirla mentre torniamo verso sud. Oggi è spettacolare aurora. Rientriamo a casa quando finisce la batteria della macchina fotografica, questa notte andrà avanti per ore sempre con la stessa intensità.
Arrivati a casa siamo stanchissimi e congelati ma contenti per la bellissima nottata.
Notte al Mit Fablab

Tramonto sul Lingenfjord
Tramonto sul Lingenfjord

Giorno 7
Visita al museo dei Sami a Manndalen (3€ a testa)
Giro della parte sud del fiordo
Ci fermiamo a vedere il tramonto poi continuiamo a girovagare in auto finché non troviamo l’aurora. La seguiamo per parecchio tempo prima di rientrare a casa stanchi e congelati
Notte al Mit Fablab

Lingenfjord
Panorami norvegesi sul Lingenfjord

Giorno 8
Partenza verso Tromsø
Lasciamo l’auto alla Hertz
Cena da Bardus Bistro (Moose Steak e Pan Fried Rosefish + due birre: 105€!)
Notte al Comfort hotel Xpress

Giorno 9
Prendiamo un taxi per l’aeroporto (27€)
Volo per Monaco con scalo a Oslo
Rientro in Italia in auto

Il Sukuzi
il Suzuki verso la fine del viaggio

Percorsi in auto 1.366 Km

Spese:
Trasferimenti –> 137€
Parcheggio a Monaco –> 42€
Volo –> 568€ (con Lufthansa con scalo a Oslo)
Noleggio auto –> 238€ (Herz)
Pernottamenti –> 689€ (8 pernottamenti senza colazione)
Spesa x cene + ristoranti –> 272€
Benzina –> 120€
Altro –> 260 €

Totale viaggio speso in 2 per 8 giorni circa 2300 euro 

Che dire…

Questo viaggio lo consiglio a tutti quelli che vogliono provare l’emozione di vedere sua maestà l’aurora boreale danzare sopra le proprie teste. Un’emozione che si può provare solo stando lì, in silenzio, al buio, ad ammirare una delle meraviglie che solo madre natura ci può regalare.

E’ vero, la Norvegia è cara, ma si può provare a risparmiare andando in 4. Gli appartamenti, tipo quelli che abbiamo prenotato noi, sono per 4 persone (noi eravamo solo in due) e le cene le potete fare a casa (gli appartamenti hanno tutti la cucina) in questo modo la spesa totale si riduce notevolmente.

Come trovare l’aurora boreale?

Per quanto riguarda la ricerca dell’aurora boreale noi ci siamo affidati ad un tour organizzato la prima sera solo perché era la prima volta e volevamo capire come cercarla e come fotografarla. Se siete già capaci a metter a fuoco all’infinito al buio potete anche evitarlo ma se non l’avete mai fatto e volete saperne di più il tour è ben fatto e l’aurora la trovano quasi sempre, anche se è solo nascosta tra le nuvole, ti insegnano a trovarla. Il trucco? Guardare sempre verso nord, lei è lì…. Sopra il circolo polare artico passa praticamente ogni sera, bisogna solo sapere a che ora e sperare che sia più intensa, non ci sia la luna a disturbare (anche se una bella foto è quella con la luna piena) e non ci siano troppe nuvole.

Per monitorare l’intensità dell’aurora noi abbiamo utilizzato l’app Aurora Now e per vedere la sua traiettoria abbiamo usato l’app Aurora Forecast. Con questi aiuti è più facile capire se l’aurora sarà visibile, quanto potrà essere luminosa e anche ora uscire di casa per vederla. Andate sempre in un posto poco luminoso, più è buio, più è difficile fotografarla senza elementi luminosi con cui aiutarsi a mettere a fuoco, più è bella ed emozionante stare lì ad osservarla.

Buona caccia… cacciatori di aurore!

 

 

4 pensieri riguardo “In Norvegia a caccia dell’aurora boreale

  1. Dev’essere emozionante vedere questo spettacolo dal vivo. Hai fatto delle foto bellissime!! Comunque il nord Europa è proprio caro… Noi ci siamo stati in viaggio di nozze e siamo rimasti x alcune cose scioccati!!😅😅😅

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *