Pubblicato in: Imprevisti in viaggio, OMAN

Aeroporto di Muscat

Si può immaginare di avere problemi a trovare l’aeroporto di Muscat?

Muscat non è mica New York che ha tre aeroporti…. ne dovrebbe avere solo uno…

Dovrebbe?

Si dovrebbe perché in realtà ne ha un altro in costruzione!

E quindi? È in costruzione direte voi che problema c’è?

Il problema c’è stato… poche settimane fa siamo stati in Oman per una settimana di vacanza e alla partenza del nostro viaggio on the road nessuno avrebbe pensato che avremmo avuto problemi nel ritrovare l’aeroporto.

E invece…

Il giorno della partenza partiamo per tempo dall’albero: alle 6:00 in modo da avere un po’ di tempo in più per riconsegnare l’auto.

Il nostro volo parte alle 9:00 e l’aeroporto dista solo 15 minuti.

Dovremmo quindi farcela a trovare il parcheggio 2 in cui lasciare l’auto (così è scritto sulle condizioni di noleggio)…. La sera prima avevo già cercato di capire dov’era il parking 2 e avevo trovato questo: si chiama parking 2 short terms!

Cerco sul navigatore (Google in versione off line) il parcheggio short term e questo è quanto mi restituisce….

Bene, solo 11 minuti, ce la possiamo fare…

Partiamo!

Sulla strada le indicazioni “aeroporto” ci fanno capire che siamo sulla strada giusta; ad un certo punto Google ci fa girare, ok seguiamo Google lui la sa la strada; perdiamo i cartelli “aeroporto” ma continuiamo a seguire Google; finalmente rivediamo i segnali del parking dell’aeroporto, ci sono diversi lavori in corso e alcuni operai ci fanno deviare in altri punti dell’aeroporto. Non possiamo più seguire Google, seguiamo i cartelli e finalmente dopo parecchie deviazioni arriviamo al parcheggio numero 2. Chiediamo dove possiamo lasciare l’auto per la riconsegna e ci indicano un parcheggio. Ok bene ce l’abbiamo fatta, un po’ in ritardo sulla tabella di marcia ma ce l’abbiamo fatta. Prendiamo le valigie e cerchiamo il terminal, non si vedono cartelli, chiediamo agli operai che ci avevano già indicato dove parcheggiare e i tipi ci guardano straniti e ci chiedono dove dobbiamo andare, gli diciamo che siamo diretti al terminal partenze per lasciare le chiavi delll’auto e poi prendere l’aereo. Si scusano e ci dicono che quello in cui siamo è l’aeroporto nuovo che non è ancora in funzione e che per andare a quello vecchio dobbiamo tornare indietro verso la Sultan Qaboos Street.

Il panico inizia ad assalirci, sono già le 6:45 non sappiamo ne dov’è ne come arrivare all’aeroporto e alle 9:00 l’aereo parte con o senza di noi.

Risaliamo in macchina e cerchiamo di capire come uscire dall’aeroporto, ci sono deviazioni ovunque e tutti i cartelli indicano parti dell’aeroporto nuovo quindi se segui il cartello “partenze” è quello nuovo, se segui il cartello “terminal” è quello nuovo., qualunque cartello segui rimani nell’aeroporto nuovo…. Alle 7:00 siamo ancora in giro per l’aeroporto senza riuscire ad uscirne.

A questo punto non ci resta che cercare di tornare indietro. Impostiamo sul navigatore la Sultan Qaboos Street e vediamo dove ci porta.

Finalmente appena fuori dall’aeroporto nuovo vediamo dei cartelli “aeroporto”.

Evviva!

Appena entrati nell’aeroporto troviamo subito il parcheggio numero 2 e parcheggiamo, nel frattempo sono le 7:15. Quindi ci dividiamo, io provo a vedere se riesco a farmi stampare le carte d’imbarco (non le avevamo perché abbiamo fatto il check-in da mobile, io speravo di farle stampare in albergo ma ho scoperto che se fai il check-in da mobile il sito della British Airway non ti permette di stamparle) e Gabri va a consegnare le chiavi dell’auto. Lascio Gabri davanti allo sportello della Europcar che ha due persone davanti. Speriamo di farcela….

Vado allo sportello della British per chiedere se mi stampano le carte d’imbarco ma mi dicono di andare al check-in. Corro verso i check-in e scopro che se entro poi non esco più perché bisogna prima fare un primo controllo bagagli, che ansia… Torno allo sportello della Europcar ma Gabri non c’è, mentre mi collego al Wi-Fi dell’aeroporto per mandargli un messaggio, arriva e mi dice che ha consegnato l’auto: sono stati velocissimi! Ogni tanto un po’ di fortuna…

Alle 7:30 facciamo il primo controllo bagagli poi passiamo dal check-in per farci stampare le carte d’imbarco. Andiamo all’imbarco, facciamo il secondo controllo bagagli. Arriviamo alle 8:15 al gate che stavano già imbarcando, ci mettiamo in coda e si rifà un nuovo controllo bagagli, il terzo! Va bene la sicurezza ma tre controlli non sono un po’ troppi?

Comunque alla fine dopo le corse e il panico di perdere l”aereo sismo riusciti a partire.

Per vostra informazione ho inserito uno screenshot della mappa di Google con entrambi gli aeroporti.

Quello con la X è il nuovo aeroporto che non è ancora attivo (probabilmente sarà inaugurato nell’autunno del 2018). L.’entrata dell vecchio e attuale aeroporto è quella cerchiata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *